home News Depressione stagionale da festività natalizie

Depressione stagionale da festività natalizie

Con l’accorciarsi dei giorni in autunno, molti di noi cominciano a soffrire di irritabilità e depressione, lo stato ansioso e l’insonnia che ne deriva è un disturbo chiamato Disturbo Affettivo Stagionale.

Le vacanze di fine anno non sono sempre un momento vissuto con gioia, a volte possono creare veri e propri stati di depressione. La diminuzione della luce, le preoccupazioni familiari, con il Natale e il Capodanno tendono ad innescare fattori che possono portare ad un calo dello stato vitale e del morale.

Gli specialisti della salute mentale hanno classificato questi sentimenti come depressione stagionale e li chiamano ” vacanze blues ” perché appaiono durante le vacanze di Natale.
Mentre il Natale è un momento di festa per molti, per molti altri questo periodo è vissuto come un tempo colmo di tristezza.

Le ragioni per cui il Natale deprime, sono che ci si sente in “dovere di essere felici”. Natale è sinonimo di festa. La fine di un anno è anche il momento per fare un bilancio di ciò che si è fatto altro motivo di stress.
Gli adulti a volte si sentono tristi per gli eventi esterni, mentre i bambini sono molto entusiasti di festeggiare il Natale che porta doni.

Molti studiosi spiegano questo malessere per l’importanza che la luce riveste nel nostro cervello, un equilibrio chimico dei neurotrasmettitori (serotonina e melatonina), che in questo momento dell’anno, può variare sensibilmente, se confronto con i periodi di maggiore luminosità estiva.

Oltre a ciò, possono anche concorrere al disturbo, predisposizioni personali. Coloro che soffrono del Disturbo Affettivo Stagionale hanno i tipici tratti di personalità che predispongono alla Depressione.
Solitamente questo disturbo legato alla stagionalità, tende scomparire con l’arrivo della primavera, quando le giornate allungandosi portano più luce. Un aiuto a superare i momenti di tristezza che questo disturbo porta, con beneficio dell’umore, si può ottenere facendo passeggiate all’aria aperta e stando il più possibile a contatto con la natura. Per consulti psicologici ed approfondimenti vi consigliamo lo studio Psicologo Pescara di Davide Farrace.